Sofì

Sofì

Fin dal nome, Sofì è un omaggio all’antichissima e pregiata tecnica del vetro soffiato a mano. La sua forma primaria, la sfera in vetro borosilicato con una calda finitura ambrata, è abbinata a un cilindro in ottone brunito che contiene il corpo illuminante e riporta alla mente l’immagine dei mastri vetrai che, nei loro laboratori veneti, si servono delle lunghe canne da soffio per plasmare sapientemente la materia incandescente.

La collezione si declina in molteplici modelli: il lampadario con struttura metallica a 7 o 10 sfere, la sospensione composta da 1, 5 o 7 elementi, la lampada da terra, la lampada da tavolo in due versioni (più bassa e senza sfera in vetro, oppure più alta con sfera in vetro) e l’applique, contraddistinta dalla doppia direzione dell’emissione luminosa.

Altre versioni 

Bonaldo consiglia